Carrello 0

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Check out

Product successfully added to your shopping cart

Quantity
Totale

There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.

Total products (tax incl.)
Total shipping (tax incl.) To be determined
Totale (tax incl.)
Continue shopping Proceed to checkout

Moscadeddu 2013 Romangia Bianco igp Passito

Tenute Dettori


Segni particolari: Etichetta del cuore
Gradazione alcolica: 15,5%
Tipologia di vino: Dolce
Annata: 2013
Regione: Sardegna
Formato: 0,75 l

NB: 1 bt: 36,40 euro
3 bt: 34,30 euro cad. [spedizione inclusa]

"Selezione manuale dei grappoli. L’uva viene diraspata ma non pigiata, e lasciata macerare in tini di cemento. Dopo la svinatura il mosto continua la fermentazione in cemento. Imbottigliamento senza filtrazione né chiarifica.

Giallo senape dorato appena velato, molto vitale. Naso di franchezza e personalità impressionanti, con note di sale, capperi, albicocche disidratate, muschio, fichi, pane, lieve tabacco dolce. E se i profumi incantano (anche perché la volatile è sotto controllo e il disegno non è nemmeno troppo rustico), è il palato a lasciare di stucco: il vino infatti attacca dolce e salato, e il continuo intreccio tra dolcezza (albicocche) e salinità (capperi sotto sale) è un po’ il tratto d’unione durante l’intero arco gustativo. Finale profondo di frutta, tabacco dolce e finocchio nettissimo. Appena mosso, ma la carbonica funzione come il famoso neo sul viso di Cindy Crawford. 94" (Francesco Annibali, Doctor Wine)

[Foto: Stefano Caffarri, Cucchiaio.it]

36,40 € tasse incl.

X 6 X 12

Commenti

Scrivi una recensione

Moscadeddu 2013 Romangia Bianco igp Passito

Moscadeddu 2013 Romangia Bianco igp Passito

NB: 1 bt: 36,40 euro
3 bt: 34,30 euro cad. [spedizione inclusa]

"Selezione manuale dei grappoli. L’uva viene diraspata ma non pigiata, e lasciata macerare in tini di cemento. Dopo la svinatura il mosto continua la fermentazione in cemento. Imbottigliamento senza filtrazione né chiarifica.

Giallo senape dorato appena velato, molto vitale. Naso di franchezza e personalità impressionanti, con note di sale, capperi, albicocche disidratate, muschio, fichi, pane, lieve tabacco dolce. E se i profumi incantano (anche perché la volatile è sotto controllo e il disegno non è nemmeno troppo rustico), è il palato a lasciare di stucco: il vino infatti attacca dolce e salato, e il continuo intreccio tra dolcezza (albicocche) e salinità (capperi sotto sale) è un po’ il tratto d’unione durante l’intero arco gustativo. Finale profondo di frutta, tabacco dolce e finocchio nettissimo. Appena mosso, ma la carbonica funzione come il famoso neo sul viso di Cindy Crawford. 94" (Francesco Annibali, Doctor Wine)

[Foto: Stefano Caffarri, Cucchiaio.it]



Potrebbero piacerti

designed by RWcomunicazione