Carrello 0

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Check out

Product successfully added to your shopping cart

Quantity
Totale

There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.

Total products (tax incl.)
Total shipping (tax incl.) To be determined
Totale (tax incl.)
Continue shopping Proceed to checkout

Diario

Giampaolo Giacobbo è indubbiamente uno dei più grandi esperti di Prosecco in circolazione. Le parole che ha scritto su Slowine riguardo l'ultimo Prosecco di Silvano Follador ci hanno folgorato. Disponibilità scarsissima, impossibile non prenderlo per averne il più possibile. Leggete con noi. "È il Prosecco della consapevolezza. Silvano ha tradotto nel bicchiere un capolavoro degno di entrare nella storia della spumantistica di Valdobbi
Questa prima uscita "in bianco" di Lorenzo e Roberto Pusole è davvero convincente: solo 3.500 bottiglie per un bianco mediterraneo che coi suoi12,5% vol. di alcol si siede a tavola in totale relax e spensieratezza.
Il Cabernet Franc 2014 di Marco Sara e Sandra, sua moglie, è l'elevazione a potenza dei piccoli grandi vini goduriosi, dal tono vegetale gustoso, presente eppur sfumato, combinato ad una facilità di sorso davvero convincente.
È una delle migliori annate prodotte insieme alla 2006 e alla 2010, parola di Damiano Ciolli da Olevano Romano
Dopo un recente assaggio in fiera a Roma, Emanuele Giannone ha così scritto: "Il Fiobbo 2014 è buonissimo: anzi, oso dire il Pecorino più buono e corretto (anche nel prezzo) in circolazione. Teso, radente e profondo, non scimmiotta i numi del gotha ampelografico e non olezza di profumerie alloctone."
Probabilmente il miglior vino del millesimo è il Cornas 2013 di Clape. Viene dai terroir di punta di questa incredibile denominazione, è 100% syrah e prodotto con uve non diraspate che hanno trascorso 22 mesi in legno vecchio.
Non succede spesso ma è sempre un piacere quando a stupire è un vino che mostra godibilità, franchezza di profumi e tensione gustativa ben supportata dalla polpa di quest'uva barbera coltivata a Serralunga d'Alba.
Il Tratturello di Parco dei Buoi è tutto quello che il grande Made in Italy dell'Olio Extra Vergine di Oliva può e deve esprimere: blend di 4 cultivar autoctone (gentile di Larino, moraiolo, leccino e frantoio) coltivate su tre oliveti tutti in agro di Larino in Molise. In totale sono 1000 gli olivi in produzione.
Fondata nel 1898, la Cantina Tramin di Termeno è l'eccellenza assoluta in fatto di vini bianchi aromatici, sintesi di eleganza e fragranze peculiari del territorio altoatesino. Su tutti, è il gewurztraminer a giocare il ruolo di alfiere incontrastato, e le mani dell'enologo Willi Sturz, nato proprio a Termeno, sfornano ogni anno capolavori di profumo e consistenza.
Fulvio Cautiero è saldamente al comando di questa boutique del vino sannita. Si lavorano solo uve di proprietà, 4 gli ettari a disposizione coltivati in regime biologico.Evidenziamo due aspetti: il carattere immediato e spontaneo dei vini e la politica dei prezzi, considerata la qualità nel bicchiere.
RINCROCCA 2013: gamma aromatica definita e ricca di spunti: note di fiori di sambuco, resine e lime; bocca vitale e slanciata, dal portamento nordico, tenace e minuziosa di dettagli: la succosità è trascinante. 18/20 Vino dell'Eccellenza" (I vini d'Italia 2016, L'Espresso)
GS 12 "Rubino luminoso. Olfatto intrigante, predisposto su piccoli frutti di ribes e ciliegia, mineralit‡ gessosa, delicate note di arancia sanguinella, petali di rose essiccati, spezie dolci a corollario. Líassaggio Ë un manifesto gioco fresco-sapido e, sotto la regia di un nobile ma giovane tannino, Ë sospinto verso un finale armonico e sintonizzato su richiami agrumati e di ciliegia. Da un clone BBS, 14 mesi in legno, 12 in acciaio e altre
"Odora di campagna, mare, frutto, con una tensione e una trama che ci hanno stregato. Vi è vento su questi campi di grano, di orzo, di malto che si affacciano a strapiombo sul mare e le alghe, la salsedine, il sole si uniscono a sentori di cereali, erbe aromatiche e a un dolce affumicato, quasi un riflesso mielato, ove il minerale bianco è la linea di un orizzonte mediterraneo e luminoso scorto da una terra calda e madre come l'assaggio che t'acc

Segreto 2007, Cascina Ebreo. La barbera definitiva

Scritto da
Posted on 08/12/2015 09:44 Nessun commento
Produzione minima, concentrazione e grandissima acidità tengono Segreto 2007 su un equilibrio di livello irraggiungibile. E' un vino eccezionale, di grande struttura e altrettanto evidente articolazione gustativa. Quattro anni in vecchi legni e nessun legno in eccesso al gusto e all'olfatto.
100% uve moscato bianco di Canelli provenienti da una selezione parcellare in Cassinasco (vigne vecchie di 60/70 anni) raccolte quasi in anticipo per mantenere alta la freschezza. Il commento più frequente? "Non sembra nemmeno dolce". Lo è ma non troppo: in una recente serata a Rapallo, più d'un avventore lo ha felicemente bevuto per sgrassare il palato da un cotechino!
Cantina da 2 stelle (su 3), Tenute Chiaromonte sta diventando un must, un punto fermo di non trascurabile rilevanza, un modello di riferimento per i veri, grandi Primitivo di Gioia del Colle.
Quello di oggi è un appello vero e proprio a chi come noi ama alla follia certi vini del Chianti Classico che potremmo ricondurre a un nome da pelle d'oca: Montevertine. O Le Pergole Torte, se preferite. L'azienda oggi guidata da Martino Manetti è una perla vera in quello scrigno di delizie che è il Chianti Classico, una specie di nume tutelare e faro per tutti. Sotto il cappello della denominazione de iure o de facto, non importa.
Il riuscito Melograno (80% syrah, poi ciliegiolo e carrarese) approda nuovamente ai vertici della gerarchia regionale (e nazionale). MELOGRANO 2013: elegante, arioso bouquet di fiori, le tipiche sfumature di pepe sono contenute; al palato ha grazia e bella naturalezza nello sviluppo, il frutto è dolce e il finale più fresco per l'acidità che per il tannino. 18/20 Vino dell'Eccellenza" (Vini d'Italia 2016, L'Espresso)
"Colore aranciato, sentori di arancia amara e mandorla sbucciata, sfumati da venature saline; gusto di grande complessità e persistenza aromatica, tra l'empireumatico (nocciola tostata), l'agrumato (pompelmo rosa), il salmastro e il torbato: un fuoriclasse. 19/20" (Vini d'Italia 2016, L'Espresso)

Col dell'Orso 2014 Frozza. Uno splendido Prosecco, garantisce Doyouwine

Scritto da
Posted on 13/11/2015 12:33 Nessun commento
"Fiori di biancospino e bella tessitura cremosa per un Prosecco non complesso ma molto piacevole e focalizzato. 16/20" (Vini d'Italia 2016, L'Espresso) Vino perfetto come aperitivo e insuperabile con preparazioni facili, fresche e non impegnative. Bollicina quotidiana super!

designed by RWcomunicazione