Carrello 0

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Check out

Product successfully added to your shopping cart

Quantity
Totale

There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.

Total products (tax incl.)
Total shipping (tax incl.) To be determined
Totale (tax incl.)
Continue shopping Proceed to checkout

Grolleau 2017 Vin de Pays du Val du Loire

Catherine et Pierre Breton


Segni particolari: Super qualità/prezzo
Tipologia di vino: Rosso
Gradazione alcolica: 11,5%
Annata: 2016
Regione: Francia
Formato: 0,75 l

NB: 1 bt: 19,50 euro
6 bt: 17,90 euro cad. [spedizione inclusa]

Siamo in Loira e il grolleau non è esattamente la varietà di riferimento. Un tempo usata in blend col gamay per produrre un vino dolce, il Rosé d’Anjou (poi soppiantata da cabernet sauvignon e cabernet franc nel Cabernet d’Anjou), il nome deriva dal francese grolle, cioè corvo, per il colore scurissimo delle bacche.

Curioso perché poi questo Grolleau 2017 ha meravigliose tinte pallide e un profumo particolarissimo: fragole fresche, poi fragole selvatiche, lamponi, marmellata di fragole e, in chiusura, un fondo che richiama la foglia di pomodoro. Odore penetrante da cui è impossibile staccare il naso. Leggerissimo di alcol (11,8% in etichetta) e dal gusto pimpante, tonico e fruttato, il Grolleau 2017 di Catherine e Pierre Breton va servito fresco per apprezzarne in pieno una acidità brillante e purissima. Vin de soif da consumi realmente sfrenati.

Dove risieda il segreto di tanta bontà è difficile sapere. Di certo nel mix tra terreni di ghiaia, calcare e argilla silicea, vendemmia manuale, macerazione carbonica per tre settimane, lieviti indigeni e nessuna filtrazione.

Abbinamenti: Carni bianche Tagliere di salumi Pasta

19,50 € tasse incl.

X 6 X 12

Commenti

Scrivi una recensione

Grolleau 2017 Vin de Pays du Val du Loire

Grolleau 2017 Vin de Pays du Val du Loire

NB: 1 bt: 19,50 euro
6 bt: 17,90 euro cad. [spedizione inclusa]

Siamo in Loira e il grolleau non è esattamente la varietà di riferimento. Un tempo usata in blend col gamay per produrre un vino dolce, il Rosé d’Anjou (poi soppiantata da cabernet sauvignon e cabernet franc nel Cabernet d’Anjou), il nome deriva dal francese grolle, cioè corvo, per il colore scurissimo delle bacche.

Curioso perché poi questo Grolleau 2017 ha meravigliose tinte pallide e un profumo particolarissimo: fragole fresche, poi fragole selvatiche, lamponi, marmellata di fragole e, in chiusura, un fondo che richiama la foglia di pomodoro. Odore penetrante da cui è impossibile staccare il naso. Leggerissimo di alcol (11,8% in etichetta) e dal gusto pimpante, tonico e fruttato, il Grolleau 2017 di Catherine e Pierre Breton va servito fresco per apprezzarne in pieno una acidità brillante e purissima. Vin de soif da consumi realmente sfrenati.

Dove risieda il segreto di tanta bontà è difficile sapere. Di certo nel mix tra terreni di ghiaia, calcare e argilla silicea, vendemmia manuale, macerazione carbonica per tre settimane, lieviti indigeni e nessuna filtrazione.



Potrebbero piacerti

designed by RWcomunicazione