Carrello 0

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Check out

Product successfully added to your shopping cart

Quantity
Totale

There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.

Total products (tax incl.)
Total shipping (tax incl.) To be determined
Totale (tax incl.)
Continue shopping Proceed to checkout

Colli Trevigiani igt 2018 Frizzante a rifermentazione spontanea

Ca' dei Zago


Segni particolari: Best seller
Tipologia di vino: Frizzante
Gradazione alcolica: 11%
Annata: 2018
Regione: Veneto
Formato: 0,75 l

Quest'anno dovremmo iniziare da una nota che fa quasi sorridere ma quello che per noi è IL punto di riferimento sull'intera galassia di Valdobbiadene e del Prosecco non ha effettivamente un Valdobbiadene docg 2018 da proporre. Sì perché le commissioni d'assaggio hanno considerato "rivedibile" il solito col fondo del solito Christian Zanatta e quindi il suo vino è appena uscito in commercio come Colli Trevigiani igt.

Poco male: alla prova del bicchiere è sempre il solito, ineguagliabile, irraggiungibile Ca' dei Zago. Leader naturale. 

"I clienti che da quarant’anni frequentavano l’azienda iniziavano a dire: “si è molto buono, ma mi sembra che manchi qualcosa”. Dopo qualche anno, assaggiando le annate vecchie, anche noi abbiamo capito cos’era quel qualcosa.

Già nel 2013 siamo ritornati a macerare la buccia, e i vini ottenuti nelle degustazioni alla cieca erano migliori degli altri ottenuti dalla sterile pressatura dell’uva intera.
L’annata 2016 è stata prodotta interamente lasciando il mosto a contatto con le bucce, per tre quatto a volte cinque giorni, senza muovere il cappello di vinaccia, cosi come aveva sempre fatto il nonno.

Abbiamo ricomperato un torchio di legno, a nostro avviso di impareggiabile delicatezza nell’estrazione del mosto dalla buccia.
Siamo convinti che nell’uva ci sia tutto il necessario per produrre il vino, lieviti e batteri e relativi nutrienti compresi, spetta a noi andarlo a cogliere senza rovinare nulla."

La quinta generazione degli Zago - i fratelli Christian e Marika Zanatta - ha ormai collocato la propria azienda ai vertici della denominazione. Caparbiamente allevate con letame naturale, calce, zolfo di miniera e propoli d'api, le vigne allignano solo su suoli d'eccellenza, tra i 250 e i 300 metri di altitudine. Le zone: San Pietro di Barbozza, a sud su pendii sabbioso-argillosi, a nord su roccia bianca (dolomia); Colbertaldo di Vidor su conglomerato calcareo; Saccol (parte in Cartizze) su roccia arenaria; San Floriano su roccia rossa.

Pulizia, contatto con le bucce quanto basta per avere tutta la materia che serve, una saggezza spaventosa. Christian Zanatta è un grandissimo!

Abbinamenti: Tagliere di salumi Tagliere di formaggi

12,50 € tasse incl.

X 6 X 12

Commenti

Scrivi una recensione

Colli Trevigiani igt 2018 Frizzante a rifermentazione spontanea

Colli Trevigiani igt 2018 Frizzante a rifermentazione spontanea

Quest'anno dovremmo iniziare da una nota che fa quasi sorridere ma quello che per noi è IL punto di riferimento sull'intera galassia di Valdobbiadene e del Prosecco non ha effettivamente un Valdobbiadene docg 2018 da proporre. Sì perché le commissioni d'assaggio hanno considerato "rivedibile" il solito col fondo del solito Christian Zanatta e quindi il suo vino è appena uscito in commercio come Colli Trevigiani igt.

Poco male: alla prova del bicchiere è sempre il solito, ineguagliabile, irraggiungibile Ca' dei Zago. Leader naturale. 

"I clienti che da quarant’anni frequentavano l’azienda iniziavano a dire: “si è molto buono, ma mi sembra che manchi qualcosa”. Dopo qualche anno, assaggiando le annate vecchie, anche noi abbiamo capito cos’era quel qualcosa.

Già nel 2013 siamo ritornati a macerare la buccia, e i vini ottenuti nelle degustazioni alla cieca erano migliori degli altri ottenuti dalla sterile pressatura dell’uva intera.
L’annata 2016 è stata prodotta interamente lasciando il mosto a contatto con le bucce, per tre quatto a volte cinque giorni, senza muovere il cappello di vinaccia, cosi come aveva sempre fatto il nonno.

Abbiamo ricomperato un torchio di legno, a nostro avviso di impareggiabile delicatezza nell’estrazione del mosto dalla buccia.
Siamo convinti che nell’uva ci sia tutto il necessario per produrre il vino, lieviti e batteri e relativi nutrienti compresi, spetta a noi andarlo a cogliere senza rovinare nulla."

La quinta generazione degli Zago - i fratelli Christian e Marika Zanatta - ha ormai collocato la propria azienda ai vertici della denominazione. Caparbiamente allevate con letame naturale, calce, zolfo di miniera e propoli d'api, le vigne allignano solo su suoli d'eccellenza, tra i 250 e i 300 metri di altitudine. Le zone: San Pietro di Barbozza, a sud su pendii sabbioso-argillosi, a nord su roccia bianca (dolomia); Colbertaldo di Vidor su conglomerato calcareo; Saccol (parte in Cartizze) su roccia arenaria; San Floriano su roccia rossa.

Pulizia, contatto con le bucce quanto basta per avere tutta la materia che serve, una saggezza spaventosa. Christian Zanatta è un grandissimo!



Potrebbero piacerti

designed by RWcomunicazione