Carrello 0

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Check out

Product successfully added to your shopping cart

Quantity
Totale

There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.

Total products (tax incl.)
Total shipping (tax incl.) To be determined
Totale (tax incl.)
Continue shopping Proceed to checkout

Campania Fiano igp 2015 Particella 928 [MAGNUM]

Cantina del Barone


Tipologia di vino: Bianco
Gradazione alcolica: 12,5%
Annata: 2015
Denominazione: Fiano di Avellino
Regione: Campania

Una sola uva coltivata, il fiano, e due soli vini. Questa è l'etichetta di punta e a detta di molti degustatori una delle migliori riuscite di sempre. Non solo di Particella ma del Fiano avellinese tutto.

"Luigi produce il vino con un percorso tecnico appropriato alle condizioni pedoclimatiche di Cesinali, utilizzando un protocollo che comunemente non viene impiegato per questo vitigno, e che prevede - per esempio - la pressatura intera delle uve senza diraspatura, la decantazione statica, i travasi all'aria e la fermentazione senza aggiunta di lieviti. (...) 
Le poche bottiglie prodotte da Cantina del Barone, azienda ampiamente riconosciuta come "eccellenza" irpina, racchiudono tracce territoriali di forte personalità, riconoscibili nei tipici profumi vegetali e nella sfumatura fumé dal marchio elegante. Il miracolo del tempo, poi, svolge la sua parte. (...)

Solo acciaio. Non filtrato. Giallo paglia intenso e luminoso. Naso profondo, quasi etereo con profumi di foglia di pomodoro, salvia, nocciola e susina gialla. In seconda battuta note di fiori di acacia, sfumatura di terra bagnata e sottile affumicatura. In bocca è corposo, imponente, con solida spalla acida che lo rende equilibrato ed elegante. Salato, caldo. Finale di grande lunghezza. 96" (Antonella Amodio, Doctor Wine)

Luigi Sarno è il golden boy del fiano, un bianchista sopraffino, eccelso. Un enologo che non fa "il vino dell'enologo", un produttore dal talento cristallino e un consulente moderno, non invasivo e sensibile. Luigi ha 34 anni e tanta esperienza sui vini che vengono dalla Campania.

Siamo a Cesinali, un piccolo borgo dell'Irpinia a 350 metri di altitudine. Già dal 1985, papà Sarno conferiva le uve a Mastroberardino ma nel 1998 nasce Cantina del Barone e pian piano Luigi entra in azienda e ne prende le redini nel 2008. Ai due ettari iniziali aggiunge poi mezzo ettaro con un nuovo sesto di impianto e con un diverso orientamento dei filari. Dai 2800 ceppi nasce il vino Particella 928."

All'Università è allievo del prof. Luigi Moio - famosissimo enologo campano - e proprio a lui è legato uno dei ricordi più belli del giovane Luigi, come racconta Alessandro Marra: «mi chiamava scherzosamente il “fianologo” - ricorda con entusiasmo - perché una volta portai in classe una bottiglia del fiano che producevamo; il professore l’assaggiò e gli piacque molto».

Poi si cresce. E questo è il risultato.

Attenzione: ultimi articoli in magazzino.

Abbinamenti: Carni bianche

44,00 € tasse incl.

X 6 X 12

Commenti

Scrivi una recensione

Campania Fiano igp 2015 Particella 928 [MAGNUM]

Campania Fiano igp 2015 Particella 928 [MAGNUM]

Una sola uva coltivata, il fiano, e due soli vini. Questa è l'etichetta di punta e a detta di molti degustatori una delle migliori riuscite di sempre. Non solo di Particella ma del Fiano avellinese tutto.

"Luigi produce il vino con un percorso tecnico appropriato alle condizioni pedoclimatiche di Cesinali, utilizzando un protocollo che comunemente non viene impiegato per questo vitigno, e che prevede - per esempio - la pressatura intera delle uve senza diraspatura, la decantazione statica, i travasi all'aria e la fermentazione senza aggiunta di lieviti. (...) 
Le poche bottiglie prodotte da Cantina del Barone, azienda ampiamente riconosciuta come "eccellenza" irpina, racchiudono tracce territoriali di forte personalità, riconoscibili nei tipici profumi vegetali e nella sfumatura fumé dal marchio elegante. Il miracolo del tempo, poi, svolge la sua parte. (...)

Solo acciaio. Non filtrato. Giallo paglia intenso e luminoso. Naso profondo, quasi etereo con profumi di foglia di pomodoro, salvia, nocciola e susina gialla. In seconda battuta note di fiori di acacia, sfumatura di terra bagnata e sottile affumicatura. In bocca è corposo, imponente, con solida spalla acida che lo rende equilibrato ed elegante. Salato, caldo. Finale di grande lunghezza. 96" (Antonella Amodio, Doctor Wine)

Luigi Sarno è il golden boy del fiano, un bianchista sopraffino, eccelso. Un enologo che non fa "il vino dell'enologo", un produttore dal talento cristallino e un consulente moderno, non invasivo e sensibile. Luigi ha 34 anni e tanta esperienza sui vini che vengono dalla Campania.

Siamo a Cesinali, un piccolo borgo dell'Irpinia a 350 metri di altitudine. Già dal 1985, papà Sarno conferiva le uve a Mastroberardino ma nel 1998 nasce Cantina del Barone e pian piano Luigi entra in azienda e ne prende le redini nel 2008. Ai due ettari iniziali aggiunge poi mezzo ettaro con un nuovo sesto di impianto e con un diverso orientamento dei filari. Dai 2800 ceppi nasce il vino Particella 928."

All'Università è allievo del prof. Luigi Moio - famosissimo enologo campano - e proprio a lui è legato uno dei ricordi più belli del giovane Luigi, come racconta Alessandro Marra: «mi chiamava scherzosamente il “fianologo” - ricorda con entusiasmo - perché una volta portai in classe una bottiglia del fiano che producevamo; il professore l’assaggiò e gli piacque molto».

Poi si cresce. E questo è il risultato.



Potrebbero piacerti

designed by RWcomunicazione