Carrello 0

Nessun prodotto

To be determined Spedizione
0,00 € Totale

Check out

Product successfully added to your shopping cart

Quantity
Totale

There are 0 items in your cart. There is 1 item in your cart.

Total products (tax incl.)
Total shipping (tax incl.) To be determined
Totale (tax incl.)
Continue shopping Proceed to checkout

Greco di Tufo 2016 Miniere

Dell'Angelo


Segni particolari: In riva al mare
Tipologia di vino: Bianco
Gradazione alcolica: 13%
Annata: 2016
Denominazione: Greco di Tufo
Regione: Campania
Formato: 0,75 l

NB: 6 bt: 13,90 euro cad.

“Il” vino dell’edizione 2018. Forse stavolta non c’è l’etichetta che si stacca e arriva al traguardo a braccia alzate. So però quale mi porterei via se fossi costretto a sceglierne una e una sola: Greco di Tufo Miniere 2016 di Cantine dell’Angelo (Muto). [Paolo De Cristofaro, Tipicamente]

"Sì, lo so, della tripletta fiano-falanghina-greco hai sempre sostenuto la superiorità del fiano, poi arriva questo Greco di Tufo e ti spiazza, ti fa perdere le tue convinzioni e ti costringe a un 90 punti senza troppi giri di parole, se non una: fantastico." [Antonio Tomacelli, Intravino]

"Bianco impressionante per livello ma soprattutto per originalità, a mio parere; sbalordisce per i profumi e il tratto aromatico, complesso quanto volete, capace di evocare decine di riconoscimenti ma inequivocabilmente dominato da una voce. Quella dello zolfo. O meglio di diffuse e persistenti note sulfuree. 

Una coincidenza davvero incredibile, considerando che le vigne si trovano sui colli che sovrastano le antiche miniere di zolfo di Tufo.

La mineralità non esiste? Viva la mineralità." [Antonio Boco, Tipicamente]

Tre Bicchieri 2019 per la Guida ai vini d'Italia del Gambero Rosso.

"Da ormai tre anni l'ultimo giorno finisco sistematicamente per iniziare dall'Irpinia e in grossa misura grazie a chi da anni fotografa la zona a meraviglia.
Questo vino ha una energia gustativa debordante e mostruosa, per dirla con due diminutivi. Dalla personalità semplicemente disturbante. Una maledizione eterna per chi viene dopo o è venuto prima. Il tandem Angelo Muto-Luigi Sarno qui ai massimi livelli assoluti."

La famiglia Muto ha deciso di difendere il reddito agricolo vinificando in proprio. L’agricoltura di Angelo Muto è a basso impatto, proprio come quella del nonno e del padre, molto attenta alla salubrità del suolo, già di per se ricchissimo di zolfo.

Angelo è il "cicerone" di Tufo e visitarne la cantina significa visitare le antiche miniere di zolfo. Gran parte delle vigne si trova in località Miniere e già questo dice tutto. La produzione di Cantine dell'Angelo è centrata su un univo vitigno, il greco, e qui c'è davvero il cuore di una denominazione.

La vena artigiana dialoga con il timbro minerale, il palato è grintoso e sapido, ricco di energia. Chi ama i sentori agrumati e sulfurei del greco avrà di che divertirsi. La mano a supporto in cantina è quella di Luigi Sarno, Cantina del Barone.

Attenzione: ultimi articoli in magazzino.

Abbinamenti: Carni bianche Pesce Pasta Insalate Piatti estivi

14,80 € tasse incl.

X 6 X 12

Commenti

Scrivi una recensione

Greco di Tufo 2016 Miniere

Greco di Tufo 2016 Miniere

NB: 6 bt: 13,90 euro cad.

“Il” vino dell’edizione 2018. Forse stavolta non c’è l’etichetta che si stacca e arriva al traguardo a braccia alzate. So però quale mi porterei via se fossi costretto a sceglierne una e una sola: Greco di Tufo Miniere 2016 di Cantine dell’Angelo (Muto). [Paolo De Cristofaro, Tipicamente]

"Sì, lo so, della tripletta fiano-falanghina-greco hai sempre sostenuto la superiorità del fiano, poi arriva questo Greco di Tufo e ti spiazza, ti fa perdere le tue convinzioni e ti costringe a un 90 punti senza troppi giri di parole, se non una: fantastico." [Antonio Tomacelli, Intravino]

"Bianco impressionante per livello ma soprattutto per originalità, a mio parere; sbalordisce per i profumi e il tratto aromatico, complesso quanto volete, capace di evocare decine di riconoscimenti ma inequivocabilmente dominato da una voce. Quella dello zolfo. O meglio di diffuse e persistenti note sulfuree. 

Una coincidenza davvero incredibile, considerando che le vigne si trovano sui colli che sovrastano le antiche miniere di zolfo di Tufo.

La mineralità non esiste? Viva la mineralità." [Antonio Boco, Tipicamente]

Tre Bicchieri 2019 per la Guida ai vini d'Italia del Gambero Rosso.

"Da ormai tre anni l'ultimo giorno finisco sistematicamente per iniziare dall'Irpinia e in grossa misura grazie a chi da anni fotografa la zona a meraviglia.
Questo vino ha una energia gustativa debordante e mostruosa, per dirla con due diminutivi. Dalla personalità semplicemente disturbante. Una maledizione eterna per chi viene dopo o è venuto prima. Il tandem Angelo Muto-Luigi Sarno qui ai massimi livelli assoluti."

La famiglia Muto ha deciso di difendere il reddito agricolo vinificando in proprio. L’agricoltura di Angelo Muto è a basso impatto, proprio come quella del nonno e del padre, molto attenta alla salubrità del suolo, già di per se ricchissimo di zolfo.

Angelo è il "cicerone" di Tufo e visitarne la cantina significa visitare le antiche miniere di zolfo. Gran parte delle vigne si trova in località Miniere e già questo dice tutto. La produzione di Cantine dell'Angelo è centrata su un univo vitigno, il greco, e qui c'è davvero il cuore di una denominazione.

La vena artigiana dialoga con il timbro minerale, il palato è grintoso e sapido, ricco di energia. Chi ama i sentori agrumati e sulfurei del greco avrà di che divertirsi. La mano a supporto in cantina è quella di Luigi Sarno, Cantina del Barone.



Potrebbero piacerti

designed by RWcomunicazione