Orgoglio di Romagna firmato Costa Archi. Quando Castel Bolognese sfida Montalcino

Nessun commento
thumbnail

Non avevo alcuna esperienza dei vini che Gabriele Succi produce alla Serra di Castel Bolognese, in provincia di Ravenna, finché non sono riuscito ad assaggiarli a più riprese. Che bella scoperta! Ché già parlare di Sangiovese di Romagna doc fa venire in mente una delle appellazioni più degradate d’Italia, territorio di vini da milioni di brick proposti televisivamente ad un prezzo irrisorio…

Riccardo Baldi ha 23 anni e produce Verdicchio. La Staffa, ne sentiremo parlare

2 commenti
thumbnail

Newsletter del 21 agosto 2013.
Cari amici di Doyouwine, quando ho scoperto che a produrre Verdicchio così classici e concreti è un ragazzo di 23 anni a momenti svenivo. Più per invidia che sorpresa, sono sincero. Riccardo Baldi è nato il 28 giugno 1990 (sto per svenire di nuovo!) e miscela spontaneamente grande determinazione, curiosità e ardore giovanile. Nella sua azienda La Staffa, a Staffolo (provincia di Ancona), terra di Verdicchio dei Castelli di Jesi…

Lambrusco di Sorbara Falistra e Bi Fri in sconto: autentica goduria quotidiana!

Nessun commento
thumbnail

Cari amici di Doyouwine, il primo vino di oggi è mostruosamente buono e pensare ad un Lambrusco di Sorbara su Doyouwine mi esalta! Un breve passaggio in Emilia è stato perfetto per scoprire la chicca che cercavo al prezzo migliore. I Sorbara sono vini frizzanti e freschissimi, di un rosa vivace che racconta di lamponi, fragoline di bosco e qualche spezia. Questo Falistra 2012 di Podere il Saliceto…

2 novità e mezza che c’è assolutamente da sapere su Doyouwine

Nessun commento
thumbnail

Cari amici di Doyouwine, come qualcuno avrà notato da qualche tempo girano in negozio prodotti non proprio aderenti alla descrizione vino+Piemonte. Prima una birra (BiancaNeive del Birrificio Citabiunda, sempre piemontese), poi uno Champagne, Salon, poi uno spumante marchigiano, il Blink 2011 dei Colli di Serrapetrona. Ebbene, qualcosa è cambiato? Si, qualcosa sta cambiando. Ecco un breve riassunto per punti delle ultime puntate. Preparatevi.

3 bianchi di Monchiero Carbone col -20%. La newsletter di lunedì 2013/07/01

Nessun commento
thumbnail

Cari amici di Doyouwine,

quando penso ad un solido produttore di vini bianchi del Roero, Monchiero Carbone è senz’altro in cima alla lista. Il giovane (sotto i 40 siamo ancora tutti gggiovani) Francesco Monchiero è un po’ l’ariete del Roero Arneis perché crede nel vitigno arneis e lo considera strumento privilegiato di valorizzazione di un territorio che a volte definisco “ai confini dell’impero” (un po’ come Dogliani)

Finalmente i grandi vini di G.B. Burlotto su Doyouwine. La newsletter di oggi dice tutto

1 commento
thumbnail

[Questa la newsletter spedita oggi. Se ancora non l’avete fatto, iscrivetevi perché vale la pena di ricevere le nostre proposte.]

Cari amici di Doyouwine,

felicitatevi con me! La novità di oggi mi rende orgoglioso perché quella di G.B. Burlotto a Verduno è la prima cantina delle Langhe che ho visitato in vita mia: correva il lontano luglio 2011. Dopo Nebbiolo Prima 2013…

Doyouwine su Millevigne. Siamo bellini vero?

2 commenti
thumbnail

Nel numero appena uscito di Millevigne, la rivista diretta da Maurizio Gily, si parla di ecommerce del vino e Nicolò Regazzoni ha sentito anche noi sull’argomento. Tema caldo su cui sempre più attenzione verrà focalizzata: facile previsione, funziona in tutto il mondo così e il motivo è presto detto. Comprare online da qualcuno di cui ti fidi, che ha vino buono a prezzo giusto, è facile, comodissimissimo e volendo pure divertente. Allora… Buona lettura!

Verticale in 8 annate di Barberesco Rabajà Riserva Cortese (e un mostruoso 2008)

Nessun commento
thumbnail

In occasione di Nebbiolo Prima, annuale presentazione delle nuove annate di Barolo Barbaresco e Roero (più Riserve), sono andato volentierissimo dai nostri amici Cortese a Barbaresco per una seria verticale del loro Barberesco. Le Riserve dal 1996 fanno 40 mesi di legno grande e 3 anni in bottiglia mentre prima bastavano 4 anni complessivi prima dell’uscita in commercio. Attualmente in commercio è il Barbaresco Ris. 2006 sebbene i più che lusinghieri punteggi guadagnati sul campo dal 2008 (95+ per il “Vinous” Antonio Galloni..

Cascina Ebreo come non li avete mai visti a 149,5 invece che 172,60 (Barberina 2008 inclusa)

Nessun commento
thumbnail

Il piazzismo non è del mondo Doyouwine ma offrire ai nostri amici delle buone offerte, realmente valide, è un obiettivo che ci stiamo dando ormai da qualche settimana. Nella scelta dei vini siamo molto esigenti e ci gasiamo non poco quando capita, raramente, di scovare delle realtà piemontesi (e forse non solo, in futuro) che vale assolutissimamente la pena di conoscere e provare per bere e godere.

Meno 10% su tutto il catalogo: è il nostro Buon PRIMOMAGGIO2013

Nessun commento
thumbnail

Sono depressissimo! Mercoledì di festa alle porte ma pioggia ovunque. Le vigne sono stufe e io pure. Domani sera tutti davanti al concertone perchè c’è Arianna Occhipinti (produttrice di vino siciliana ormai sulla cresta dell’onda) in tv (grazie ai sindacati per il logo) e io me la vedrò al pc mentre penso agli amici avvinazzati sparsi nello stivale.

Allora, mi son detto, come festeggiare allegramente a distanza? Facile.

Cronaca della serata in cui Barbera Cascina Francia 2010 Conterno e Segreto 2004 Cascina Ebreo si presero a sportellate

1 commento
thumbnail

Ho raccolto con sorpresa e soddisfazione l’invito di un nostro fedele cliente a suggerirgli qualche Barbera per una serata ad hoc che avrebbe potuto stuzzicare la curiosità degli amici sommelier. I Vampiri della Vigna, dalle parti di Como, ne sanno una più del diavolo e ringrazio Francesco Pagani per la cronaca dettagliatissima della serata. 4 vini su 5 sono del catalogo Doyouwine e a ciascuno sono legato per qualche motivo….

6 bottiglie di Carema a 129 invece che 150 euro, perché aspettare?

Nessun commento
thumbnail

Lo ripeterò allo sfinimento. Il Carema etichetta bianca di Roberto Ferrando è un vino che mediamente mi fa impazzire, delizioso, ammaliante, godibile e snello ma avvolgente. Un profumo splendido e una scioltezza di beva incredibile, raffinato nel tannino e pregevole nell’allungo. Se poi aggiungiamo che i vini di Carema hanno una longevità a dir poco sorprendente, emerge chiaramente il perché di tanto entusiasmo.